Bevagnambiente, su alcune pagine, utilizza cookie di terze parti (in particolare, ad esempio, cookie legati a YOUTUBE, alle mappe di google...), rispetto a questi, come puoi ben immaginare, non abbiamo alcuna possibilità di intervenire. Se ci scrivi, se lasci dei commenti ecc. la tua email sarà gestita esclusivamente per risponderti, comunicare con te ma non la cederemo ad altri, IN OGNI MOMENTO PUOI CHIEDERCI DI CANCELLARLA E NOI PROVVEDEREMO, TOGLIENDOTI DALLA NOSTRA MAILING LIST! Per il resto cerchiamo di migliorare la tua navigazione sul nostro sito senza intervenire sulla tua privacy. Sono possibili cookie tecnici nel rispetto della vigente normativa. Se continui a utilizzare questo sito, senza modificare le impostazioni dei cookie nel browser che utilizzi, e clicchi su "Chiudi e accetta" permetti il loro utilizzo.



Cephalanthera longifoliaNome volgare
Elleborina bianca

Descrizione
Pianta slanciata, alta 15-60 cm. 
Le foglie, disposte circa su due file, si allungano e si affinano verso l'alto.
L'infiorescenza, piuttosto aperta, è composta da 10-raramente 30 fiori, che difficilmente si aprono completamente. 
Sia i sepali sia i petali sono di un bianco quasi assoluto. 
Il labello è corto, concavo, quasi interamente bianco, con creste giallastre ed apice arrotondato rivolto verso il basso. 

Periodo fioritura
Da aprile a luglio. 

Habitat
Boschi aperti, radure e cespuglieti, preferibilmente nei luoghi a mezza ombra, su suolo calcareo, da asciutto a molto umido. 

Dove è presente
Segnalata e diffusa in tutte le regioni italiane. 

Altre osservazioni
L'elleborina bianca, dopo la germinazione del seme, impiega per fiorire circa 11 anni!

IL GENERE 
Cephalanthera L.C.M. Richard

Ha i fiori privi di nettare che vengono impollinati dagli Imenotteri. 
Questi scambiano le creste gialle presenti sul labello delle cefalantere per stami ricchi di polline, con cui nutrono le loro larve. 
È uno dei generi più primitivi.
Ha rizoma breve con numerose radici carnose; fusto eretto, foglie alterne, infiorescenza multiflora, più/meno lassa, fiori poco aperti, con sepali e petali conniventi.
La riproduzione del genere avviene per via vegetativa (per mezzo di gemme avventizie dal rizoma o dalle radici) o per via sessuata. 
In quest'ultimo caso oltre all'allogamia (impollinazione da insetti impollinatori come bombi o afidi) è diffusa anche l'autoimpollinazione (molto importante soprattutto per C. damasonium).

Bevagnambiente è un itinerario di conoscenza per scoprire, conoscere, amare Bevagna ed il suo ambiente.

Con Bevagnambiente diamo voce e spazio a chi, amando questo territorio, vuole promuoverne la conoscenza e il rispetto.

Chi pensa che sia possibile una crescita infinita in un mondo finito o è un pazzo o un economista… [KB]

loghibevagna.jpg
Monday the 23rd. BevagnAmbiente.