Bevagnambiente, su alcune pagine, utilizza cookie di terze parti (in particolare, ad esempio, cookie legati a YOUTUBE, alle mappe di google...), rispetto a questi, come puoi ben immaginare, non abbiamo alcuna possibilità di intervenire. Se ci scrivi, se lasci dei commenti ecc. la tua email sarà gestita esclusivamente per risponderti, comunicare con te ma non la cederemo ad altri, IN OGNI MOMENTO PUOI CHIEDERCI DI CANCELLARLA E NOI PROVVEDEREMO, TOGLIENDOTI DALLA NOSTRA MAILING LIST! Per il resto cerchiamo di migliorare la tua navigazione sul nostro sito senza intervenire sulla tua privacy. Sono possibili cookie tecnici nel rispetto della vigente normativa. Se continui a utilizzare questo sito, senza modificare le impostazioni dei cookie nel browser che utilizzi, e clicchi su "Chiudi e accetta" permetti il loro utilizzo.



Avvertenze per l’uso dei percorsi proposti:

  • I percorsi proposti in questo portale sono stati tutti oggetto di un rilevamento diretto con GPS e o cartografico sul campo, e sono il frutto della profonda conoscenza dei luoghi in cui si realizzano
  • Il territorio, tuttavia, anche il più incontaminato, è soggetto a possibili, continui mutamenti
  • Anche l’itinerario più semplice può, pertanto, subire nel tempo modifiche in grado di rendere meno sicuro e/o meno agevole il cammino
  • Prima di intraprendere qualsiasi itinerario è quindi necessario assicurarsi sul posto che sia ancora perfettamente percorribile; si declina pertanto ogni responsabilità relativamente ai percorsi proposti
  • Ogni itinerario va affrontato, sempre, valutando attentamente le proprie condizioni, quelle del tempo, con calzature e vestiario adatti alla stagione, ai luoghi e alla situazione meteo
  • Si consiglia di avere sempre con sé una buona scorta di acqua nella borraccia e in estate di portare un copricapo in grado di proteggere dal caldo e dal sole

Ricordiamo, infine, l’aforisma “Non esiste la montagna facile o la montagna difficile, esiste solo la montagna”, rispettando poche ma essenziali regole potremo godere appieno di ogni singolo passo del nostro viaggio: buon cammino a tutti!

 

Altre regole di comportamento: lasciare i luoghi attraversati senza tracce del nostro passaggio e riportare sempre a casa i rifiuti. Rispettare la natura e non alterare il delicato equilibrio dell'ambiente naturale!

 

Difficoltà sentieri - Club Alpino Italiano

Con lo scopo di far meglio comprendere le diverse tipologie dei percorsi escursionistici a piedi e suggerire al contempo l'interesse prevalente e il grado di difficoltà nella percorrenza, la Commissione Centrale Escursionismo del Club Alpino Italiano ha individuato la seguente classificazione, che riportiamo con alcuni suggerimenti:

  • Sentiero turistico - Itinerario di ambito locale su carrarecce, mulattiere o evidenti sentieri. Si sviluppa nelle immediate vicinanze di paesi, località turistiche, vie di comunicazione e riveste particolare interesse per passeggiate facili di tipo culturale o turistico - ricreativo (nella scala di difficoltà CAI è classificato T - itinerario escursionistico - turistico).
  • Sentiero escursionistico - Sentiero privo di difficoltà tecniche che corrisponde in gran parte a mulattiere realizzate per scopi agro - silvo - pastorali, militari o a sentieri di accesso a rifugi o di collegamento fra valli vicine. Possono richiedere un certo impegno fisico e possono svilupparsi con tratti dal fondo sconnesso e con passaggi su terreni vari, anche in parte innevati. Richiedono senso di orientamento, buona esperienza, allenamento alla camminata, scarponi ed equipaggiamento adeguato (nella scala di difficoltà CAI è classificato E - itinerario escursionistico privo di difficoltà tecniche).
  • Sentiero alpinistico - Sentiero che si sviluppa in zone impervie e con passaggi che richiedono all'escursionista una buona conoscenza della montagna, tecnica di base e un equipaggiamento adeguato. Corrisponde generalmente a un itinerario di traversata nella montagna medio alta e può presentare dei tratti attrezzati.
  • Sentiero attrezzato - Sentiero con infissi (funi corrimano e brevi scale) che però non snaturano la continuità del percorso. Itinerari delicati, difficili, spesso molto esposti, con dislivelli anche notevoli e con lunga percorrenza. Si possono sviluppare su tracciati non segnalati e che implicano ottima capacità di muoversi agevolmente e in piena ed autonoma sicurezza su terreni infidi e particolari. Necessitano di attrezzatura e vestiario adeguato, profonda esperienza, assenza di vertigini, ottimo allenamento e forte determinazione (EE - itinerario per escursionisti esperti).
  • Via ferrata o attrezzata - Itinerario che conduce l'alpinista su pareti rocciose o su creste e cenge, preventivamente attrezzate con funi e/o scale senza le quali il procedere costituirebbe una vera e propria arrampicata. Richiede adeguata preparazione ed attrezzatura quale casco, imbrago e dissipatore (EEA - itinerario per escursionisti esperti con attrezzatura).
  • Sentiero storico - Itinerario escursionistico che ripercorre "antiche vie" con finalità di stimolo alla conoscenza e valorizzazione storica dei luoghi visitati (generalmente non presenta difficoltà tecniche e quindi è segnalabile come T oppure E)
  • Sentiero tematico - E' un itinerario a tema specifico prevalente (naturalistico, glaciologico, geologico, storico, religioso) di chiaro scopo didattico formativo. Usualmente attrezzato con apposita tabellatura e punti predisposti per l'osservazione è comunemente adatto anche all'escursionista inesperto e si sviluppa in aree limitate e ben funzionali, molti all'interno di parchi o riserve (generalmente è breve e privo di difficoltà tecniche e quindi è segnalabile come T oppure E. Deve essere dichiarato chiaramente se di difficoltà superiore!). 

I sentieri vanno inoltre a costituire segmenti più o meno lunghi di itinerari escursionistici di diverso tipo quali

  • itinerari di lunga percorrenza - (Sentiero Italia, sentieri europei, dorsali appenniniche, ecc.) della durata di molti giorni di marcia e della lunghezza di centinaia di chilometri, in generale agevoli e segnalati, dotati della necessaria ricettività lungo il percorso;
  • itinerari di media percorrenza - trekking, alte vie, della durata di più giorni di cammino (di solito 3-7) e della lunghezza da 40 a 100 km, adatti ad escursionisti in genere esperti.
  • Vanno ben segnalati ed attrezzati e supportati da ricettività;
  • itinerari di breve percorrenza - sentieri escursionistici, brevi itinerari ad anello, della durata massima di 1-2 giorni di cammino, largamente diffusi, generalmente adatti anche all'escursionista inesperto e conseguentemente attrezzati.

 

Difficoltà delle escursioni in mountain bike 

Per quanto riguarda la valutazione della difficoltà delle escursioni in mountain bike si propone la scala realizzata dalla Commissione di cicloescursionismo LPV  (Ligure - Piemontese - Valdostana).

In questa scala vengono separate le valutazioni della difficoltà fisico/atletica e della difficoltà tecnica di un percorso.

Per quanto riguarda la difficoltà fisica i dati di riferimento da tenere in considerazione sono due:

la distanza da percorrere espressa in km e il dislivello in salita.

Per individuare, invece, la difficoltà tecnica dei percorsi si utilizzano le seguenti sigle: TC - MC - BC - OC.

Nelle descrizioni vengono indicate separatamente le difficoltà tecniche in salita ed in discesa, separate da una barra "/".

  • TC (turistico) percorso su strade sterrate dal fondo compatto e scorrevole, di tipo carrozzabile
  • MC (per cicloescursionisti di media capacità tecnica) percorso su sterrate con fondo poco sconnesso o poco irregolare (tratturi, carrarecce…) o su sentieri con fondo compatto e scorrevole
  • BC (per cicloescursionisti di buone capacità tecniche) percorso su sterrate molto sconnesse o su mulattiere e sentieri dal fondo piuttosto sconnesso ma abbastanza scorrevole oppure compatto ma irregolare, con qualche ostacolo naturale (per es. gradini di roccia o radici)
  • OC (per cicloescursionisti di ottime capacità tecniche) come sopra ma su sentieri dal fondo molto sconnesso e/o molto irregolare, con presenza significativa di ostacoli
  • EC (massimo livello per il cicloescursionista... estremo!) percorso su sentieri molto irregolari, caratterizzati da gradoni e ostacoli in continua successione, che richiedono tecniche di tipo trialistico
  • Alle sigle sopra indicate può essere aggiunto il segno + per evidenziare tratti significativi con pendenze sostenute.

 

Bevagnambiente è un itinerario di conoscenza per scoprire, conoscere, amare Bevagna ed il suo ambiente.

Con Bevagnambiente diamo voce e spazio a chi, amando questo territorio, vuole promuoverne la conoscenza e il rispetto.

Chi pensa che sia possibile una crescita infinita in un mondo finito o è un pazzo o un economista… [KB]

loghibevagna.jpg
Monday the 18th. BevagnAmbiente.