Bevagnambiente, su alcune pagine, utilizza cookie di terze parti (in particolare, ad esempio, cookie legati a YOUTUBE, alle mappe di google...), rispetto a questi, come puoi ben immaginare, non abbiamo alcuna possibilità di intervenire. Se ci scrivi, se lasci dei commenti ecc. la tua email sarà gestita esclusivamente per risponderti, comunicare con te ma non la cederemo ad altri, IN OGNI MOMENTO PUOI CHIEDERCI DI CANCELLARLA E NOI PROVVEDEREMO, TOGLIENDOTI DALLA NOSTRA MAILING LIST! Per il resto cerchiamo di migliorare la tua navigazione sul nostro sito senza intervenire sulla tua privacy. Sono possibili cookie tecnici nel rispetto della vigente normativa. Se continui a utilizzare questo sito, senza modificare le impostazioni dei cookie nel browser che utilizzi, e clicchi su "Chiudi e accetta" permetti il loro utilizzo.



Ecballium elaterium, cocomero asinino, sputaveleno

  • Ecballium elaterium (L.) Richard, Cocomero asinino, sputaveleno, - famiglia delle Cucurbitacee 

 

Descrizione

È una pianta velenosa, con fiori maschili e femminili, che nell’aspetto ricorda la pianta del cetriolo. È  abbastanza frequente dal piano alla zona submontana, lungo i sentieri, ai margini dei coltivi, ecc.

  • I fiori, a cinque petali, sono portati all’ascella delle foglie: quelli femminili sono vistosi, gialli e solitari; quelli maschili sono riuniti in racemi.
  • Le foglie sono lungamente picciolate, piuttosto spesse, di forma grossolanamente triangolare, con margine dentato e irregolarmente ondulato-lobato.
  • Il fusto è lungo fino a 60 cm, prostrato e senza cirri.
  • Il frutto è ovoidale, ricoperto da setole rigide che gli conferiscono un aspetto ispido.



Cocomero asinino, fiore femminile in boccio

Tossicità

La tossicità è legata alla presenza di una sostanza amara, l’elaterina, e agli acidi grassi.

Il succo contenuto nella polpa del frutto è amarissimo e altamente tossico; può causare infiammazioni alle mucose e agli occhi e irritazioni gravi all’intestino crasso, con conseguenti seri problemi gastrointestinali.


Cocomero asinino, fiore maschile

Curiosità

Il frutto a maturità si stacca dal peduncolo che lo sorregge, esplodendo e spargendo semi e polpa nell’intorno, favorendo, così, la propagazione della specie.

Nella polpa, in particolare, è contenuto un succo amarissimo e altamente tossico, da cui il nome volgare di “sputaveleno”.


Cocomero asinino, frutto e fiore femminile in boccio

Bevagnambiente è un itinerario di conoscenza per scoprire, conoscere, amare Bevagna ed il suo ambiente.

Con Bevagnambiente diamo voce e spazio a chi, amando questo territorio, vuole promuoverne la conoscenza e il rispetto.

Chi pensa che sia possibile una crescita infinita in un mondo finito o è un pazzo o un economista… [KB]

loghibevagna.jpg
Tuesday the 17th. BevagnAmbiente.