Bevagnambiente, su alcune pagine, utilizza cookie di terze parti (in particolare, ad esempio, cookie legati a YOUTUBE, alle mappe di google...), rispetto a questi, come puoi ben immaginare, non abbiamo alcuna possibilità di intervenire. Se ci scrivi, se lasci dei commenti ecc. la tua email sarà gestita esclusivamente per risponderti, comunicare con te ma non la cederemo ad altri, IN OGNI MOMENTO PUOI CHIEDERCI DI CANCELLARLA E NOI PROVVEDEREMO, TOGLIENDOTI DALLA NOSTRA MAILING LIST! Per il resto cerchiamo di migliorare la tua navigazione sul nostro sito senza intervenire sulla tua privacy. Sono possibili cookie tecnici nel rispetto della vigente normativa. Se continui a utilizzare questo sito, senza modificare le impostazioni dei cookie nel browser che utilizzi, e clicchi su "Chiudi e accetta" permetti il loro utilizzo.



Coronilla varia, coronilla

  • Coronilla varia L., Coronilla, erba ginestrina, vecciarini - famiglia delle Leguminose 

 

Descrizione

È una pianta di altezza variabile da 40 a 70 cm, predilige i luoghi assolati, le pietraie calcaree, i bordi delle strade e talora diviene infestante nei campi, è comune al nord e al centro, meno frequente al sud. Può arrivare fino a 1200 m s.l.m.

  • I fiori sono riuniti a formare delle infiorescenze caratteristicamente a stella, con elementi spesso bicolori, disposti ad anello, in numero variabile da 10 a 20 circa. Le infiorescenze sono portate da steli più lunghi delle foglie.
  • Le foglie sono alterne, composte da 7-12 paia di foglioline che possono essere mucronate.
  • I fusti glabri talora sono distesi, altre volte eretti.
  • I frutti sono baccelli a sezione trasversale quadrangolare, a 3-8 segmenti. Quando sono maturi raggiungono 5 cm di lunghezza;  si rompono facilmente nelle diverse sezioni, ciascuna contenente un solo seme.

 


Tossicità

Nella coronilla sono presenti glicosidi tossici tra cui la coronillina, concentrati particolarmente negli elementi fioriferi.
Coronilla


Curiosità

Il genere Coronilla comprende circa 25 specie differenti.  Coronilla varia è originaria della regione europea da cui si è poi diffusa negli altri continenti, Nord America compresa. 
Ovunque si è naturalizzata così rapidamente che spesso viene considerata una essenza indigena.

È stata utilizzata per consolidare i pendii, prevenire l’erosione e quindi il dissesto idrogeologico.

Bevagnambiente è un itinerario di conoscenza per scoprire, conoscere, amare Bevagna ed il suo ambiente.

Con Bevagnambiente diamo voce e spazio a chi, amando questo territorio, vuole promuoverne la conoscenza e il rispetto.

Chi pensa che sia possibile una crescita infinita in un mondo finito o è un pazzo o un economista… [KB]

loghibevagna.jpg
Saturday the 21st. BevagnAmbiente.