Bevagnambiente, su alcune pagine, utilizza cookie di terze parti (in particolare, ad esempio, cookie legati a YOUTUBE, alle mappe di google...), rispetto a questi, come puoi ben immaginare, non abbiamo alcuna possibilità di intervenire. Se ci scrivi, se lasci dei commenti ecc. la tua email sarà gestita esclusivamente per risponderti, comunicare con te ma non la cederemo ad altri, IN OGNI MOMENTO PUOI CHIEDERCI DI CANCELLARLA E NOI PROVVEDEREMO, TOGLIENDOTI DALLA NOSTRA MAILING LIST! Per il resto cerchiamo di migliorare la tua navigazione sul nostro sito senza intervenire sulla tua privacy. Sono possibili cookie tecnici nel rispetto della vigente normativa. Se continui a utilizzare questo sito, senza modificare le impostazioni dei cookie nel browser che utilizzi, e clicchi su "Chiudi e accetta" permetti il loro utilizzo.



Gittaione

Agrostemma githago L., famiglia delle Cariofillacee
  • Agrostemma githago L., gittaione

Descrizione

Si tratta di una pianta, annua, pelosa, dai solitari petali di colore rosa-violetto (ad apice bianco) appartenente alla famiglia dei garofani.
Ha calice ovale che si prolunga in cinque lacinie, più lunghe dei petali.
I fusti sono solitari, con foglie strette ed opposte più o meno unite alla base (connate).
I semi sono grossi e tubercolati.
Il gittaione appartiene alle così dette "malerbe" del passato, le piante che infestavano le colture cerealicole colorando i campi coltivati.
Fiorisce da maggio a giugno.

Tossicità

La pianta è tossica soprattutto per la presenza di un glicoside saponinico detto gittagina: si trova in tracce in tutta la pianta ma ne sono ricchi soprattutto i semi.
Il fieno carico di questa "malerba" può provocare l'avvelenamento specialmente di equini e bovini, mentre i polli ne sembrano immuni.

Curiosità

Il nome del genere fa riferimento alla forma della corolla e deriva dal greco corona del campo: agros=campo e stémma=corona.
Fu introdotta nel nostro continente in epoca preistorica con la coltivazione dei cereali.
I piccoli semi si separano molto difficilmente dalle cariossidi e per questo possono inquinare pericolosamente le farine.

Bevagnambiente è un itinerario di conoscenza per scoprire, conoscere, amare Bevagna ed il suo ambiente.

Con Bevagnambiente diamo voce e spazio a chi, amando questo territorio, vuole promuoverne la conoscenza e il rispetto.

Chi pensa che sia possibile una crescita infinita in un mondo finito o è un pazzo o un economista… [KB]

loghibevagna.jpg
Monday the 18th. BevagnAmbiente.