Bevagnambiente, su alcune pagine, utilizza cookie di terze parti (in particolare, ad esempio, cookie legati a YOUTUBE, alle mappe di google...), rispetto a questi, come puoi ben immaginare, non abbiamo alcuna possibilità di intervenire. Se ci scrivi, se lasci dei commenti ecc. la tua email sarà gestita esclusivamente per risponderti, comunicare con te ma non la cederemo ad altri, IN OGNI MOMENTO PUOI CHIEDERCI DI CANCELLARLA E NOI PROVVEDEREMO, TOGLIENDOTI DALLA NOSTRA MAILING LIST! Per il resto cerchiamo di migliorare la tua navigazione sul nostro sito senza intervenire sulla tua privacy. Sono possibili cookie tecnici nel rispetto della vigente normativa. Se continui a utilizzare questo sito, senza modificare le impostazioni dei cookie nel browser che utilizzi, e clicchi su "Chiudi e accetta" permetti il loro utilizzo.



Ranuncolo

Ranunculus sp. - famiglia delle Ranuncolacee
  • Ranunculus acris L., ranuncolo comune
  • Ranunculus ficaria L., favagello

Descrizione

I ranuncoli sono tra le piante più comuni presenti nei prati in campagna e in montagna, contribuendo a colorarli di giallo intenso.
In Italia si contano circa 58 specie di ranuncoli, tutti caratterizzati da 5 petali e 5 sepali.

Il ranuncolo comune (Ranunculus acris L.) è una pianta erbacea perenne, tipica degli ambienti umidi.
Ha fusto cavo alla base, molto ramificato e ricco di fiori in alto.
Le foglie sono palmatosette, picciolate alla base, sessili all'apice.
I fiori sono di colore giallo brillante, con numerosi stami.
I frutti sono acheni verdi, circa tondeggianti, molto piccoli (diametro ca. 3 mm), provvisti di un corto becco.
Il favagello (Ranunculus ficaria L.) è un fiore che nasce precocemente tra la fine dell'inverno e gli inizi della primavera, sopratutto negli ambienti umidi ed ombrosi, lungo i corsi d'acqua ma anche nei boschi.
È una pianta bassa, glabra, con foglie cuoriformi, quasi grasse, con la pagina superiore di colore verde intenso e lucido e quella inferiore verde opaco.
All'ascella delle foglie sono presenti dei bulbilli che permettono la propagazione della pianta.
I fiori sono solitari, con corolla composta da 8-12 petali ellittici, di colore giallo vivo e lucente, con numerosi stami con antere gialle.
Il frutto è un achenio con rostro breve.

Favagello

Tossicità

Praticamente tutti i ranuncoli, compreso il ranuncolo dei prati, contengono vari composti tossici, tra cui citiamo l'alcaloide tossico denominato ranuncolina.
A titolo di esempio, ricordiamo che per ingestione dei fiori si possono avere irritazioni e lesioni gravi alle mucose oro-faringee, gastroenteriti, emorragie urinarie, problemi cardiaci e respiratori, dunque un insieme di alterazioni che possono rivelarsi anche letali.
Semplicemente strofinando la pianta sulla pelle, specie se in presenza di lesioni, si possono determinare azioni vescicatorie e rubefacenti.
Pertanto, sarebbe decisamente opportuno non camminare a piedi nudi in un campo infestato da ranuncoli.
I boccioli del favagello, così come le foglie fresche e lucenti che tanto attirano la nostra attenzione in primavera, non debbono assolutamente entrare a far parte delle insalatine miste primaverili, perché causerebbero forme di intossicazione.
Attenzione: tutta la pianta è velenosa! 
Fioritura di ranuncolo comune

Curiosità

I ranuncoli sono molto simili tra loro e praticamente tutte le specie sono tossiche!
Il latte di animali che hanno pascolato in prati infestati da ranuncoli è amaro e di colore rossastro.
Generalmente, gli animali al pascolo evitano accuratamente il ranuncolo comune o dei prati, tuttavia sono indotti a cibarsene nel caso sia l'unica, o quasi, specie erbacea, appetibile presente.
Ricordiamo che i composti tossici dei ranuncoli sono degradati dall'essiccazione, pertanto il fieno anche ricco di ranuncolacee non è più tossico e gli animali possono mangiarlo senza pericolo.

Fioritura di ranuncoli e orchidee maschio

Simile al favagello, ma con fiori più grandi ed appariscenti, è il pie' di gallo (Eranthis hiemalis (L.) Salisb.) della famiglia delle Ranuncolacee, talora con varietà coltivate per i bei fiori di grande dimensioni e a fioritura precoce.
Si tratta di una pianta con corolla di petali gialli e lucenti "appoggiata" su un "collare" di foglie cauline.
Le altre foglie sono palmate, rotondeggianti.
Il nome scientifico Eranthis hiemalis ci indica che si tratta proprio di un fiore a fioritura precoce, invernale.
Potremo trovarlo ben fiorito già verso febbario.
Anche questa è una pianta velenosa.

Pie' di gallo

Bevagnambiente è un itinerario di conoscenza per scoprire, conoscere, amare Bevagna ed il suo ambiente.

Con Bevagnambiente diamo voce e spazio a chi, amando questo territorio, vuole promuoverne la conoscenza e il rispetto.

Chi pensa che sia possibile una crescita infinita in un mondo finito o è un pazzo o un economista… [KB]

loghibevagna.jpg
Saturday the 16th. BevagnAmbiente.