Bevagnambiente, su alcune pagine, utilizza cookie di terze parti (in particolare, ad esempio, cookie legati a YOUTUBE, alle mappe di google...), rispetto a questi, come puoi ben immaginare, non abbiamo alcuna possibilità di intervenire. Se ci scrivi, se lasci dei commenti ecc. la tua email sarà gestita esclusivamente per risponderti, comunicare con te ma non la cederemo ad altri, IN OGNI MOMENTO PUOI CHIEDERCI DI CANCELLARLA E NOI PROVVEDEREMO, TOGLIENDOTI DALLA NOSTRA MAILING LIST! Per il resto cerchiamo di migliorare la tua navigazione sul nostro sito senza intervenire sulla tua privacy. Sono possibili cookie tecnici nel rispetto della vigente normativa. Se continui a utilizzare questo sito, senza modificare le impostazioni dei cookie nel browser che utilizzi, e clicchi su "Chiudi e accetta" permetti il loro utilizzo.



E' una pianta piuttosto comune che fiorisce precocemente in primavera; in genere è alta non più di 20 cm. Le foglie, cuoriformi, con il picciolo che abbraccia inferiormente il fusto, presentano una caratteristica insenatura, poco profonda, alla base. I fiori, di colore giallo brillante, hanno 8-12 petali e numerosi stami. La pagina inferiore dei petali (quella esterna) è di colore giallo-oro-verdastro. All'ascella delle foglie troviamo dei bulbilli: il favagello si diffonde per via vegetativa, tramite questi bulbilli ed anche mediante i tuberetti radicali.

La medicina popolare utilizzava questa pianta per "purificare" il sangue all'avvento della primavera e per uso esterno, contro ragadi ed emorroidi. Tuttavia si tratta di pianta velenosa per la presenza di glicosidi e saponine, per cui non s'utilizza praticamente più. Gli omeopati prescrivono estratto di favagello, con le opportune diluizioni dell'omeopatia, per la cura delle emorroidi.

Il fieno di favagello può essere tranquillamente somministrato agli animali, in quanto la pianta essiccata perde i suoi caratteri venefici

Bevagnambiente è un itinerario di conoscenza per scoprire, conoscere, amare Bevagna ed il suo ambiente.

Con Bevagnambiente diamo voce e spazio a chi, amando questo territorio, vuole promuoverne la conoscenza e il rispetto.

Chi pensa che sia possibile una crescita infinita in un mondo finito o è un pazzo o un economista… [KB]

loghibevagna.jpg
Saturday the 21st. BevagnAmbiente.