Bevagnambiente, su alcune pagine, utilizza cookie di terze parti (in particolare, ad esempio, cookie legati a YOUTUBE, alle mappe di google...), rispetto a questi, come puoi ben immaginare, non abbiamo alcuna possibilità di intervenire. Se ci scrivi, se lasci dei commenti ecc. la tua email sarà gestita esclusivamente per risponderti, comunicare con te ma non la cederemo ad altri, IN OGNI MOMENTO PUOI CHIEDERCI DI CANCELLARLA E NOI PROVVEDEREMO, TOGLIENDOTI DALLA NOSTRA MAILING LIST! Per il resto cerchiamo di migliorare la tua navigazione sul nostro sito senza intervenire sulla tua privacy. Sono possibili cookie tecnici nel rispetto della vigente normativa. Se continui a utilizzare questo sito, senza modificare le impostazioni dei cookie nel browser che utilizzi, e clicchi su "Chiudi e accetta" permetti il loro utilizzo.



Si tratta di una pianta che può raggiungere anche un metro d'altezza, anche se, durante le nostre escursioni, l'abbiamo trovata alta non più di 50-60 cm. È, in genere, poco ramificata. Fiorisce ad aprile, maggio e si presenta con grandi capolini rosa-violacei, con fiori lingulati. Sotto il capolino lo stelo è ingrossato ed il perianzio ha scaglie lunghe e strette.

Una curiosità: il nome generico, tragopogon, deriva dal greco e significa proprio barba di becco (tragos = caprone e pogon = barba). Tale nome è da collegarsi alle lunghe setole del pappo (frutto indeiscente) che ricordano quelle della barbetta del caprone, detto, come si sa, anche becco

Bevagnambiente è un itinerario di conoscenza per scoprire, conoscere, amare Bevagna ed il suo ambiente.

Con Bevagnambiente diamo voce e spazio a chi, amando questo territorio, vuole promuoverne la conoscenza e il rispetto.

Chi pensa che sia possibile una crescita infinita in un mondo finito o è un pazzo o un economista… [KB]

loghibevagna.jpg
Monday the 18th. BevagnAmbiente.