Bevagnambiente, su alcune pagine, utilizza cookie di terze parti (in particolare, ad esempio, cookie legati a YOUTUBE, alle mappe di google...), rispetto a questi, come puoi ben immaginare, non abbiamo alcuna possibilità di intervenire. Se ci scrivi, se lasci dei commenti ecc. la tua email sarà gestita esclusivamente per risponderti, comunicare con te ma non la cederemo ad altri, IN OGNI MOMENTO PUOI CHIEDERCI DI CANCELLARLA E NOI PROVVEDEREMO, TOGLIENDOTI DALLA NOSTRA MAILING LIST! Per il resto cerchiamo di migliorare la tua navigazione sul nostro sito senza intervenire sulla tua privacy. Sono possibili cookie tecnici nel rispetto della vigente normativa. Se continui a utilizzare questo sito, senza modificare le impostazioni dei cookie nel browser che utilizzi, e clicchi su "Chiudi e accetta" permetti il loro utilizzo.



 

È un percorso di grande bellezza naturalistica e paesaggistica.

Permette di salire sulla vetta del monte Serano (m 1429 s.l.m.) dalla quale si gode un panorama di incomparabile bellezza, e, nel ritorno verso Pettino, consente di attraversare una delle più belle faggete di questo comprensorio. Interessa un'area montana al confine tra i comuni di Trevi e di Campello sul Clitunno.

Si svolge lungo sentieri e tracce di sentiero e solo per un piccolo tratto su strada asfaltata.

Lunghezza totale 10,400 km, durata 3h 15' circa. Quota massima: vetta monte Serano  (m 1429 s.l.m.); quota minima: Pettino (m 1100 s.l.m.) - comune di Campello sul Clitunno.

Difficoltà: E

Dichiarazione di qualità dei dati: Il percorso è stato rilevato con GPS Garmin Montana 650T e rieditato in shape con QGis. SRS Nativo: WGS84. Rilevatori: Tiziana Ravagli & Giampaolo Filippucci 

Avvertenze per l’uso dei percorsi proposti:

  • I percorsi proposti in questo portale sono stati tutti oggetto di un rilevamento diretto con GPS e o cartografico sul campo, e sono il frutto della profonda conoscenza dei luoghi in cui si realizzano
  • Il territorio, tuttavia, anche il più incontaminato, è soggetto a possibili, continui mutamenti
  • Anche l’itinerario più semplice, pertanto, può subire nel tempo modifiche in grado di rendere meno sicuro e/o meno agevole il cammino
  • Prima di intraprendere qualsiasi itinerario è quindi necessario assicurarsi sul posto che sia ancora perfettamente percorribile; si declina pertanto ogni responsabilità relativamente ai percorsi proposti
  • Ogni itinerario va affrontato, sempre, valutando attentamente le proprie condizioni, quelle del tempo, con calzature e vestiario adatti alla stagione, ai luoghi e alla situazione meteo
  • Si consiglia di avere sempre con sé una buona scorta di acqua nella borraccia e in estate di portare un copricapo in grado di proteggere dal caldo e dal sole

Ricordiamo, infine, l’aforisma “Non esiste la montagna facile o la montagna difficile, esiste solo la montagna”, rispettando poche ma essenziali regole potremo godere appieno di ogni singolo passo del nostro viaggio: buon cammino a tutti!

 

MontagneAperte

Bevagnambiente è un itinerario di conoscenza per scoprire, conoscere, amare Bevagna ed il suo ambiente.

Con Bevagnambiente diamo voce e spazio a chi, amando questo territorio, vuole promuoverne la conoscenza e il rispetto.

Chi pensa che sia possibile una crescita infinita in un mondo finito o è un pazzo o un economista… [KB]

loghibevagna.jpg
Monday the 23rd. BevagnAmbiente.